La Cartomanzia e le filosofie orientali

La cartomanzia ha una storia lunga secoli. C’è chi dice che sia nata in Cina, mentre altri dicono che abbia avuto inizio in Egitto. La diffusione di questa pratica con molte varianti non si è mai fermata, ed arrivata fino nel nostro secolo dove tutt’ora praticata.

Le sue origini
Sulle origini della cartomanzia esistono molteplici versioni. La prima ci porta in Cina. I cinesi non consideravano questa arte un gioco ma bensì un vero e proprio strumento per leggere le volontà delle divinità. Ed è così che secondo la leggenda che nacque la prima versione dei tarocchi. Secondo altre tesi, la cartomanzia fu inventata in Egitto. Uno studioso francese di nome Alliette, nel 1770 scrisse un saggio proprio su questo argomento. Sosteneva, che l’unico libro sfuggito all’incendio della biblioteca di Alessandria d’Egitto fu proprio un libro di cartomanzia. Nel suo racconto, ha poi narrato che veniva praticata con 78 carte sulle quali erano incisi dei geroglifici che erano in grado di prevedere il futuro.

La diffusione delle carte
Via via con i secoli questa usanza prese sempre più piede. Gli antichi geroglifici furono sostituiti da più moderne figure simboliche. Nel 1540 ci fu il primo tentativo di regolamentare l’arte della cartomanzia. Guillaume Postel, pubblicò un volume il Clef des Chioses cachées che possiamo tradurre in Chiave delle cose occulte. Questa data, diede l’inizio ufficiale della moderna cartomanzia che nonostante una serie di modifiche nei secoli è arrivata fino ai giorni nostri.  In questi anni anche la cartomanzia ha saputo sfruttare le nuove tecnologie. Molto diffusa infatti è lettura delle carte tramite telefono o tramite web per non parlare della televisione. Un recente studio sociologico che monitora i cambiamenti delle abitudini sulle popolazioni orientali, afferma che è in crescita il numero della popolazione giapponese che si rivolge ai tarocchi o ad un cartomante per conoscere il proprio futuro.

Le carte dei tarocchi
Le carte dei tarocchi che si utilizzano per la cartomanzia sono in totale 78. Sono divise in due gruppi, il primo è formato da 56 carte dette Arcani minori e sono divise a loro volta in quattro semi: bastoni, denari, coppe e spade. Le altre 22 sono dette Arcani maggiori, esse rappresentano una serie di figure come per esempio la ruota della fortuna, giustizia, matto, papessa, eremita, carro, amanti, impiccato, torre…

Autore dell'articolo: Redazione GiapponeSegreto.it